Messer Leonardo

Uomo del Rinascimento

Sabato 6 Maggio il pensiero eclettico e il genio di Leonardo Da Vinci sono stati al centro di una conferenza tenuta presso la nostra sede di viale Italia da Emanuele Noè Illuminato. Personalità tra le più note del Rinascimento italiano, Leonardo è uomo universale, mente insaziabile di sapere. I suoi studi spaziano su tutte le arti del suo tempo e oltre: l’architettura, la pittura, le scienze applicate e l’anatomia sono solo alcuni dei suoi interessi. Spinto dalla curiosità fin da piccolo studia e contempla la Natura che diventa per Leonardo la più importante musa ispiratrice. Ogni cosa nell’Universo è in moto e quindi viva, tutto è causa ed effetto e merita di essere approfondito. I suoi appunti, disegni e schizzi sono stracolmi di considerazioni e osservazioni sul moto dell’acqua, sul volo degli uccelli, sullo smorzamento dell’attrito. Inizia così a progettare macchine che possano alleviare i lavori più duri inventando l’automatismo; e chissà cosa sarebbe riuscito a fare con un motore moderno! 

Ma lo studio del volo rimane la sua più grande sfida. Le macchine volanti nascono solo dopo aver intuito che l’aria e l’acqua si comportano alla stessa identica maniera (oggi noi diremmo che sono entrambi fluidi, ma Leonardo fu il primo a sostenere questa idea) e l’aerodinamica diventa l’ennesima scienza studiata ed approfondita per prima. L’amore per l’armonia e la proporzione lo porta a riscoprire la legge aurea che regola il tutto e l’uomo diventa la misura, l’esempio più perfetto che Leonardo esprime nel suo famoso “Uomo di Vitruvio”.

Leonardo quindi è inventore e innovatore, la sua formazione e la sua mente aperta lo portano a creare opere artistiche che possano elevare l’uomo e il suo spirito. Molte cose che ha disegnato non le ha mai potute realizzare ma nella sua mente c’era il mondo come lo vediamo oggi. Leonardo vero uomo “rinascimentale” ha avuto come suo unico limite la sua stessa grandezza, una sola vita non è bastata per elaborare e spendere la sua ricchezza di idee.