L'Elefantino curioso...

 

Domenica 14 Febbraio, i volontari di Nuova Acropoli hanno allestito nella propria sede di Roma, in viale Trastevere 28, uno spettacolo di burattini, intitolato “L’elefantino che troppo vuole, e ..…”.

 

Dopo lo spettacolo i volontari hanno organizzato, oltre la merenda, dei giochi e dei balli facendo partecipare tutti i bambini presenti.

 

L’elefantino protagonista della storia che ha allietato i diversi bambini presenti alla rappresentazione, era solito fare domande su mille argomenti a tutti gli animali che conosceva o che incontrava.

Mai si stancava di voler conoscere, comprendere, perché non era soltanto curioso, ma era insaziabilmente curioso. Alla giraffa chiedeva come mai avesse un collo così lungo e delle orecchie così piccole, all’ippopotamo come mai stesse sempre nell’acqua a farsi il bagno, e così via… Fino al punto che, infastiditi dalle sue continue domande, gli abitanti della foresta, a turno, lo sculacciavano sperando di mettere a tacere la sua infinita curiosità.

Lui però non si dava per vinto e continuava la sua ricerca di conoscenza, non voleva assolutamente smettere di fare domande, di comprendere il senso delle cose, tanto da arrivare a rischiare la vita. Questa sua ricerca, però, alla fine, regalerà a lui e a tutti gli altri animali, che tanto lo avevano sculacciato, una nuova e bella opportunità.

 

Morale della favola: la curiosità non sempre è un male, a volte può portarci verso qualcosa di inaspettato…che a prima vista può sembrarci un male…, ma che poi si trasforma in bene.


E’ l’attitudine di colui che ama la conoscenza, del filosofo, sempre alla ricerca di risposte, alla conquista di un pizzico di saggezza in più!