Bushido: sulle orme dei guerrieri

Terza cena a tema di Nuova Acropoli a Catania, nel segno della saggezza d'Oriente

 

Tra rami di ciliegio dipinti su carta di riso, stuoie di vimini e tavolini bassi in foggia orientale, la sede di Nuova Acropoli Catania ha visto dispiegarsi, il 26 giugno, la terza cena a tema tutta orientale ispirata alla Via del Guerriero del Giappone: il Bushido (bushi: guerriero, do: via).

Una squadra di ricerca ha fatto luce sul complesso mondo di questi uomini guerrieri. La loro era una vita all'insegna di una rigorosaisciplina, che si basava sul controllo totale di se stessi, sulle capacità di agire immediatamente in maniera efficace e consapevole di fronte a qualunque fenomeno mantenendo controllo e impassibilità. La loro forza era incentrata nel mantenersi fedeli ad un ben preciso codice comportamentale che comprendeva valori quali la giustizia, la compassione, il coraggio, la lealtà, come autentico fondamento di vita.

I samurai, dunque, erano uomini al servizio di un ideale alto di vita e non semplicemente macchine da guerra.

La cena è stata intervallata dalla narrazione di alcune tipiche storie zen, la cui semplicità ed immediatezza si accompagna alla profondità del messaggio in esse contenuto.

Un'altra squadra di cuochi ha poi completato l'opera realizzando pietanze tipiche della cultura nipponica: la tempura, gli onigiri, il sushi, il ramne e, per concludere, il gelato al pregiato thè macha (i cui germogli più teneri vengono raccolti da scimmie ammaestrate e venduti all'asta al migliore offerente).

A concluisione della serata sono stati proiettati degli spezzoni del film "L'Ultimo Samurai" che hanno contribuito per qualche minuto a calarsi nell'atmosfera senza tempo del mondo dei samurai.

Contribuire alla creazione di un ambiente culturale così lontano dal nostro ha arricchito tutti i partecipanti, un'esperienza che si fa tassello di un quadro di comprensione e solidarietà interculturale che è una delle mete di Nuova Acropoli.