Personaggi a confronto

La relatrice Letizia Lampo

         Freud & Jung

 

Nuova Acropoli ha organizzato un nuovo incontro culturale, traendo spunto da importanti date che celebrano il ricordo di due capisaldi della cultura psicologica del XX secolo: da una parte Sigmund Freud, il padre della Psicoanalisi e Carl Gustav Jung dall’altra, discepolo di quest’ultimo ma iniziatore della psicologia analitica.

 

A tracciare le linee biografiche dei due “geni” della psicologia è stata la dott.ssa Letizia Lampo, pedagogista clinico, che ha introdotto alle vicende personali di Freud e Jung, proponendo un interessante percorso che ha permesso di valutare similitudini e differenze, relazioni e conflitti.

 


Amici e successivamente “avversari”, ai due grandi psicoanalisti si lega una grande fetta della produzione artistica e culturale del loro tempo. Il pensiero del Novecento non poté non passare per i due geni della psicologia, da Freud soprattutto, e sono ancora tanti quelli che sono costretti a dichiararne affinità e contrasti.

 

In un’epoca come la nostra, che tanto si distacca da quella che determinò la nascita della Psicoanalisi, un’epoca che si concentra sull’avanzamento delle neuroscienze e sulle scoperte da laboratorio, cosa è possibile ancora conservare di quella cultura e di quella maniera di leggere l’uomo? Cosa potrebbe ancora dire Freud sull’evoluzione umana e cosa Jung su una umanità che sembra bisognosa di conoscere se stessa e la sua strada? Dove portano i confini del novecento e quali brecce apre la nuova modalità di guardare all’uomo, forse più “scientifica” e sempre più lontano da una concezione globale dell’individuo?

Nonostante siano passati più di mille anni, ognuno dei due grandi psicoanalisti, secondo la propria vocazione, ha lasciato molto. Ancora oggi abbiamo tanto da investigare sulla nostra psiche, ma non dobbiamo lasciare perdere le informazioni date dalle esperienze vissute.

" Una vita senza le nostre esperienze interiori, non vale la pena di essere vissuta"