SOCRATE E IL VALORE DI VIVERE SECONDO VIRTU’ E GIUSTIZIA

 

 

Mercoledì 21 gennaio alle ore 19 presso la sede di Nuova Acropoli di Roma è stata presentata una conferenza dal titolo “Socrate e il valore di vivere secondo virtù e giustizia” con la rappresentazione di un dialogo platonico che ci ha raccontato gli ultimi momenti della vita di Socrate.

 

Socrate il pedagogo, Socrate il maieuta, Socrate il provocatore…

… ma chi era veramente Socrate?

 

Ha dedicato la sua vita con incrollabile coerenza alla ricerca del Buono, del Bello e del Giusto. È colui che ha avvicinato la gente alla Filosofia, all’amore per la conoscenza, andando in piazza; ha avvicinato chi parlava con lui, attraverso il dialogo, alle grandi Verità, al ragionare con la propria testa, tirando fuori, attraverso la Maieutica, risposte già insite nel profondo.

 

Fu accusato e condannato a morte per empietà e corruzione dei giovani, dagli appartenenti al governo di Atene che ebbero paura delle sue idee.

 

Fino alla fine non si stancò di dialogare con i suoi discepoli che volevano sottrarlo alla morte, corrompendo i corruttibili.

Socrate non rinunciò al suo ruolo di educatore, chiarendo ai suoi discepoli come non si potesse sottrarre alla giustizia degli uomini, riconoscendo il rispetto e la valenza delle leggi da essi emanate, come il riflesso delle Leggi Divine.

 

Fino alla fine profondamente convinto dell’inarrestabile cammino dell’anima che sacrifica una morte del corpo per la rinascita spirituale.