Chiedimi se sono felice...

 

Che cos'è per noi la felicità? Dove la cerchiamo? E dove possiamo trovarla?

 

 

 

Per inaugurare  il nuovo anno, Nuova Acropoli  ha organizzato due appuntamenti in compagnia di Seneca e Hermann Hesse per cercare possibili risposte...

  

  

  

 

  

Seneca 

Lettura e commento di passi scelti tratti dal "De vita beata"

Venerdì 21 gennaio 2011 alle ore 18.30 - Libreria Coop

 

“Chiedimi se sono felice...” Cosa risponderebbe a questa domanda il filosofo stoico Seneca? Tra i più grandi filosofi latini, è, oggi, uno dei più letti e amati. Il suo pensiero è sempre attuale...

Nuova Acropoli - Pescara ha proposto un incontro per conoscere meglio questo filosofo e uno dei suoi dialoghi, il “De vita beata”, dedicato al fratello maggiore.

Attraverso passi scelti abbiamo ripercorso il pensiero di Seneca e ascoltato i suoi consigli per camminare lungo la strada che conduce ad una felicità non mutevole ma vera e duratura.

"Tutti, fratello Gallione, vogliono vivere felici ma quando poi si tratta di vedere con chiarezza ciò che rende felice la vita brancolano come nell'oscurità"...

 

 

 

Hermann Hesse

Incontro con letture scelte ispirato a “Favola d’amore

4 febbraio 2011 ore 18.30 - Giunti al Punto librerie

presso Centro Commerciale L’Arca 

Se potessimo ascoltare la voce di Hermann Hesse che pone questa domanda “Chiedimi se sono felice”… chissà cosa risponderebbe!

Leggendo e raccontando la sua “Favola d’amore. Le trasformazioni di Pictor” abbiamo cercato di conoscere un po’ di più il poeta tedesco, premio Nobel per la letteratura, tanto amato dai giovani di ogni generazione.

Favola d’amore è una perla di saggezza, un breve racconto scritto con tinte tenere, vivaci e profonde che tratta temi universali: la ricerca di se stessi, la trasformazione come crescita, la rinascita interiore, l'amore, la felicità...  

La storia narra dell'arrivo di Pictor in Paradiso....

Abbiamo scoperto insieme il seguito del racconto e il messaggio racchiuso nelle pagine del libro.

  

Per conoscere meglio Nuova Acropoli, clicca qui.