In occasione della 11^ Giornata Mondiale della Filosofia

Con l’alto patrocinio dell’

Gli Anziani e il dono della trasmissione

“Generazioni in contatto ON-OFF”

 

In occasione dell’Anno Europeo dell'invecchiamento attivo e della solidarietà tra le generazioni, Nuova Acropoli Verona ha proposto alla cittadinanza una mostra-evento nei giorni dal 26 al 28 ottobre presso la Sala Civica della 3^ Circoscrizione di Verona. Il tema dell’iniziativa è stato quello del ruolo dell’anziano nella società, ripercorrendo la storia dalle figure degli educatori e dei “vecchi saggi” nelle società tradizionali, fino ai giorni nostri, in cui troppo spesso si assiste all’abbandono e all’isolamento degli anziani, esseri umani considerati “non produttivi” e di conseguenza non più utili per un mondo che deve correre sempre più avanti e più veloce (ma non si sa per dove). All’interno della mostra una particolare importanza è stata data al valore universale del dialogo intergenerazionale, attraverso un approfondimento della figura di Socrate, un immortale esempio di trasmissione ed educazione dei giovani, cioè di quel che i greci chiamavano “paideia”, all’interno della storia occidentale.

Durante le giornate di apertura si sono inoltre susseguite conferenze, proiettati film, ed offerti spicchi di “Teatro della Trasmissione”. Nel pomeriggio di venerdì 26 ottobre il presidente di Nuova Acropoli Verona, Stefano Musante, ha tenuto una conferenza dal titolo “La filosofia come filo d’unione tra le generazioni”, in cui si è sottolineata l’importanza di instaurare un rapporto intergenerazionale che non sia solo, superficialmente, un passaggio di nozioni, ma che venga inteso in senso più profondamente umano come trasmissione di conoscenza, e quindi filosofia. Nel pomeriggio di sabato invece la volontaria Anna Giacobbo ha tenuto una conferenza intitolata “L’anziano: legame fra generazioni”, sul ruolo storico tradizionale degli anziani, ed anche sulla necessità di conoscersi per comprendere il senso delle tappe e delle “stagioni” della vita che tutti noi attraversiamo, accettando positivamente il necessario cambiamento di sé e le opportunità che si possono aprire al sopraggiungere dell’ultima età. Tra sabato e domenica sono stati inoltre proiettati due film: “Scoprendo Forrester”, ed il cartone animato “Up”. Due film pregni di significato e coinvolgenti, sul rapporto positivo ma difficile, e perciò prezioso, che si può creare tra chi ha ancora tutto da apprendere e chi già ha molto da insegnare. Infine, con il Teatro della Trasmissione ogni visitatore ha avuto l’occasione di ascoltare le “Favole” di Fedro raccontate dai volontari, ponendo al centro della scena, per un momento, sia la persona che narra sia quella che ascolta, perché ciascuno ha sempre qualcosa da donare all’altro e non è mai solo spettatore.

L’evento è stato organizzato con l’Alto Patrocinio dell’Unesco: Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza, la Cultura; con la collaborazione della 3ª Circoscrizione del Comune di Verona; e con il Patrocinio della Regione Veneto.