ANDREA CARANDINI

 

 

 

Andrea Carandini è professore ordinario dal 1980 e dal 1992 insegna Archeologia presso l'Università di Roma La Sapienza.

La sua attività scientifica si è concentrata sulla topografia di Roma, sull’Etruria di età romana e sull'analisi di complessi monumentali urbani in varie città dell'Italia antica (Volterra dal 1987, Grumentum dal 1994, Pompei dal 1994, Veio dal 1996).

Dal 1993 coordina un progetto di ricerca archeologica nel Suburbio di Roma e nella bassa valle del Tevere in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica e la Sovrintendenza Comunale di Roma.

Ha diretto le attività di scavo nella villa rinvenuta in occasione della costruzione dell’Auditorium di Renzo Piano a Roma, curando l’allestimento dell’annesso museo archeologico.

Negli ultimi anni gli scavi presso le pendici settentrionali del Palatino e la scoperta delle fasi più antiche di Roma hanno condotto i suoi interessi alle origini della città e alle sue prime forme organizzative (mostra del 2000 Roma. Romolo, Remo e la fondazione della città).