FESTIVAL della FILOSOFIA

 

Si è veramente presentata come l’occasione giusta per poter comprendere meglio la filosofia il recente appuntamento con…

 

“Nuova Acropoli e la Giornata Mondiale della filosofia”

Proprio in occasione della settima edizione della Giornata Internazionale della Filosofia, voluta, come ogni anno, dall’Unesco, Nuova Acropoli in Sicilia ha voluto riaffermare l’indiscusso valore del “pensiero filosofico” proponendo una serie di appuntamenti culturali legati da un unico obiettivo: “festeggiare” la Filosofia mettendone in evidenza quanto ha saputo, nei millenni, dare all’uomo e quanto può riconoscersi ancora attuale per l’uomo moderno, un uomo che, probabilmente, potrebbe trarre grandi benefici da questa antica eppur moderna “arte del saper vivere”. La corposa manifestazione, che si è svolta contemporaneamente nelle diverse città dove opera l’Associazione - Catania, Floridia e Siracusa - , ha visto succedersi interessanti  e disparati eventi - concerti, incontri culturali, spettacoli e rassegne cinematografiche – che hanno, tra l’altro, attratto un folto pubblico.

 

Insomma, l’iniziativa ha voluto cogliere nel “cuore” di questa antica eppur moderna scienza, attraendo il vasto pubblico che ne ha voluto, così, saggiare la particolare essenzialità. Il percorso proposto ha voluto rappresentare una diversa prospettiva che permettesse di giungere a comprendere come la filosofia non sia sicuramente qualcosa di teorico o esclusivamente accademico, come non sia composta da pensieri vecchi ed antiquati, inutili all’attualità, ma un vero e proprio modo di vivere, una forma di ricerca interiore rivolto a tutto quello che di bello, buono e giusto sia possibile recuperare dentro e fuori di noi.
Potrebbe, dunque, essere la Filosofia quella chiave di lettura che eppur manca per restituire all’uomo il valore del proprio pensiero, dei propri valori e delle proprie credenze? Potrebbe la filosofia permetterci di non perdere la sensibilità di fronte alle tante ingiustizie – personali e sociali - , alle incoerenze che caratterizzano il nostro tempo? Potrebbe sollecitare le nostre più intime risorse al fine di restituirci la forza per resistere, ciascuno dal proprio contesto di vita, alle difficoltà che si frappongono tra noi e la nostra “felicità”, così come ha ispirato lo stesso film proiettato in programma “La Ricerca Della Felicità”? Oppure, potrebbe lei, la filosofia, restituirci il fascino dell’essere bambini, anche da adulti, permettendoci di ritrovare ed apprezzare al meglio quelle piccole gioie che spesso ci stanno davanti al naso me che, cocciutamente, neanche notiamo, un po’ come è accaduto nell’incontro col “Piccolo Principe”?

Ecco il braccio pratico della Filosofia, quello che si è voluto ricordare in questa giornata a lei dedicata… una filosofia a quattro passi da noi, attiva, semplice che promette di “cambiare” la vita…
Non ci rimane altro che proporvi di avvicinarvi ai nostri corsi – dando magari un’occhiata ai loro programmi - per far sì che quanto proposto in questa occasione possa trasformarsi in un itinerario di scoperta che prosegua anche per la restante parte dell’anno.

Alla Prossima!!!