SOCRATE

L'ATTUALITA' DI UN FILOSOFO

Nuova Acropoli Verona, con il patrocinio della III Circoscrizione e della Regione Veneto ha presentato, presso la Sala Civica di Via Brunelleschi, una mostra/evento su Socrate a ingresso libero.

La mostra, aperta da venerdì 25 settembre fino a lunedì 28, ogni mattina e pomeriggio, è consistita in un percorso didattico, articolato in una serie di pannelli incentrati sul pensiero di Socrate, la sua vita, i suoi contemporanei, il contesto storico-sociale in cui visse, nonché su alcune delle interpretazioni che di lui hanno proposto altri pensatori. A complemento della mostra è stato distribuito, ad offerta libera, un piccolo testo di approfondimento, realizzato dalla stessa filiale di Verona.

Nelle quattro giornate di apertura, inoltre, si sono offerti vari momenti di approfondimento dei contenuti, attraverso una conferenza tenuta nel pomeriggio di sabato, la proiezione del film “Socrate” di R. Rossellini, replicata nelle varie giornate, e brevi scenette di “teatro filosofico”, in cui gli affiliati dell’associazione hanno interpretato alcuni brani tratti dai dialoghi platonici, e aventi Socrate per protagonista.

 

 

Particolarmente apprezzata è stata la conferenza, a cui è affluito un pubblico complessivo di circa 50 spettatori, e che ha stimolato anche diversi quesiti e richieste di approfondimento. Tale conferenza è stata intesa a mettere in luce la posizione fondamentale di Socrate nella storia del pensiero, quindi l’elemento di novità apportato da lui nel panorama della filosofia occidentale, ma anche la grande attualità del filosofo ateniese, e l’opportunità di riproporlo tutt’ora come un valido esempio.

Non meno interesse, in termini di visitatori mediamente presenti alle varie proiezioni, ha riscosso il film “Socrate”, riproposto giornalmente.

Una certa curiosità è stata destata, inoltre, dalle scenette del teatro filosofico, incentrate sui temi socratici della maieutica, del responso di Apollo (“so di non sapere” come massimo grado di sapienza), e del processo (le accuse di ateismo e di corruzione dei giovani rivolte a Socrate). Tali scenette sono state intese a creare un diversivo piacevole ma anche istruttivo, e a intrattenere il pubblico impegnato lungo il percorso didattico.

Merita accenno, infine, un pregevole prodotto “cinematografico” realizzato da alcuni simpatizzanti dell’associazione: si tratta della “telesocratica”, un video in stile blob trasmesso di continuo in un angolo della mostra, che univa spezzoni di film, di varietà televisiva ed altro materiale audio-video che fosse in qualche maniera attinente a Socrate o a elementi del suo pensiero. Questo prodotto è stato ideato per colpire l’attenzione dei visitatori, provocare, incuriosire, ma anche per dimostrare, concretamente, quanto a fondo gli elementi del pensiero socratico siano penetrati nella nostra cultura e nella nostra quotidianità.

La mostra, pur senza la pretesa di essere esaustiva, si è prefitto lo scopo di fornire qualche utile spunto, che sappia stimolare ad ulteriori, approfondite ricerche: un punto di partenza per chi vuole avvicinarsi all’“universo” di Socrate e di tutta la filosofia che ne è derivata.

In occasione della mostra, per chi volesse consultare il programma dettagliato, è stato anche creato un apposito sito internet: www.mostrasocrate.it