Rassegna cinematografica, un’altra chance alla filosofia!

 

 

La rassegna cinematografica che ha avuto luogo a Catania durante il corso del Festival della Filosofia ha prodotto risultati inaspettati. Al di là dell’ampia affluenza che ha caratterizzato tutti e tre gli appuntamenti (sono state superate le centinaia di persone mettendo alla prova la capienza dell’Aula Coro di Notte), il merito maggiore della manifestazione è stato quello di regalare ai partecipanti, studenti e liberi pensatori, una zona franca dove esprimere le impressioni e riflessioni suscitate dalle pellicole cinematografiche Waking Life, L’Attimo fuggente, Socrate (leggi qui le recensioni).

            Ci è sembrato per un attimo di trovarci immersi in un’atmosfera senza tempo, qualcosa di simile all’agorà di Atene. Uomini e donne uniti dalla voglia di dialogare, di confrontarsi alla luce dei messaggi ricevuti, e soprattutto uniti dal desiderio di raggiungere, attraverso un confronto cortese ed equilibrato, una nuova consapevolezza sulle proprie idee, messe alla prova di fronte a quelle altrui.

            Sembrerebbe scontato dire “è stato un successo”, ciò che ha avuto luogo è stato un momento di crescita comune; non c’erano telecamere, né scalette, né frasi precostituite, non è stato un evento di plastica, finto e un po’ falso, è stato un incontro di persone con la voglia, per dirla con le parole de “L’attimo fuggente”, ancora “di sperare, di cercare, di lottare e di non cedere.” Si è parlato di idee, di ideali, di speranze, di filosofia, remando controcorrente rispetto ad un conformismo che ci vuole sempre più pensati anziché pensatori. Noi c’eravamo e la forza del messaggio che è nato nel Coro di Notte si propagherà ancora… certo, confidiamo, arriverà anche a voi.