Nuova Acropoli - Pescara

   

Voci di Giovani Poeti a Pescara

"Schegge e colori: TraMonti di parole"

         

mercoledì 27 gennaio 2010

Libreria Edison - Pescara

   

  

 

Presso la libreria Edison di Pescara, in una cornice di libri, quattro giovani aspiranti poeti hanno presentato i loro versi ad un folto pubblico di adulti e ragazzi, ritrovando le antiche alchimie di versi e musiche.

 

Un incontro all'insegna della Cultura...

Di una Cultura che non è espressione di ciò che appartiene, per convenzione, solo allo scibile umano... ma espressione del ricco mondo interiore dell'uomo, con le sue speranze e le sue inquietudini, con le sue qualità e le sue mancanze.

  

 

Un incontro all'insegna dei giovani...

  

 

Per offrire loro l'opportunità di esprimere le proprie qualità e la propria voce, una voce forte... di speranza!

  

 

   

Accompagnati dalle note di Gianmarco Ciofani al basso e Francesco Provenzano alla chitarra, Carlotta Di Cesare, Stefano Formisani, Stefano Nerone e Chiara Scarlato hanno parlato dell’amore, delle ingiustizie dell’attualità, dei timori di fronte al futuro, della vita.

   

    

Ognuno di loro ha condiviso il proprio pensiero per donarlo agli ascoltatori che, attraverso il filtro del microfono, hanno avuto la possibilità di entrare in sintonia con i giovani, comprendendo che i sentimenti non cambiano mai e che le parole lasciano un segno ed entrano nel cuore, regalando una sensazione di completezza che aiuta a capire meglio la realtà.

  

Durante la serata sono state lette quattro poesie d’autore: “I ragazzi che si amano” di Jacques Prevert, “Tutto ho perduto” di Giuseppe Ungaretti, “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi” di Cesare Pavese e “Requiem” di Alda Merini. Oltre ad essere stato un omaggio a questi grandi scrittori, la lettura di queste poesie è stato un modo per i giovani poeti di vivere sulla propria pelle le emozioni già scritte da mani esperte, reinterpretandole fino a sentirle quasi proprie.

Così tra gli applausi, si è conclusa la serata.

 

Una serata per affermare che la poesia non è morta e che la Cultura, con tutti i suoi molti aspetti può essere ispiratrice di azioni che ci rendono migliori...

       

   

Per conoscere le iniziative che Nuova Acropoli propone a Pescara, clicca qui!