Giornata Mondiale della Filosofia 2014

Anche quest'anno gli sforzi di tutti i volontari di Nuova Acropoli Roma si sono rivolti all'organizzazione di una serie di eventi in occasione della Giornata Mondiale della Filosofia: un ciclo di tre incontri sulla Filosofia per Vivere, un convegno sulla Libertà di comunicazione nell'era informatica ed un incontro per i più piccini.

Per il Ciclo Leggendo & Dialogando

Si sono svolti tre incontri, il 13, il 20 ed il 28 di Novembre, con lo scopo di coinvolgere i presenti in un dialogo filosofico, prendendo spunto dalle parole della direttrice internazionale di Nuova Acropoli Delia Steinberg Guzman, presenti nel suo libro Filosofia per Vivere.

Ognuno dei tre giorni ha avuto un tema preciso, a partire dal concetto che “Filosofia è libertà di...” Amare, Agire e risolvere i problemi.

Quindi un'occasione per scoprire o ricordare cosa sia il vero Amore, cosa voglia dire agire rettamente, come risolvere i problemi iniziando a considerarli prove, sfide alla nostra portata e non accanimenti della malasorte.

Convegno: #liberidifarecosa

L'hashtag è emblematico: siamo nell'Era dell'Informatica, la tecnologia corre come un treno, siamo sempre più immersi in blog, social network, reti, giornali e forum online.

La libertà che Internet ci offre è reale o è solo illusoria? Il web è un utile strumento, oppure una trappola che può finire per distruggerci persino nella psiche?

Sono alcune delle domande alle quali si è cercato di rispondere durante il convegno del 21 Novembre, nella storica cornice della Sala dei Papi del Convento dei Domenicani, al Pantheon.

Quattro relatori, ognuno esperto in un campo diverso, hanno fornito molti spunti di riflessione.

Giulia Cardinale, la direttrice della nostra sede centrale, ha introdotto l'argomento sul concetto di Libertà, o meglio, su cosa oggi si creda che sia la libertà, ovvero il desiderio di fare ciò che più piace.

Invece la vera Libertà, quella che Nuova Acropoli cerca di vivere attraverso il mondo del volontariato, è sentirsi liberi di fare ciò che è necessario fare, al di là dei propri gusti personali, è avere il coraggio di impegnarsi in ciò che riteniamo valido per noi e per gli altri.

Internet è uno dei "mondi" in cui si crede di vivere libertà: il giornalista RAI Simone Zazzera, coinvolgendo i presenti con mini-sondaggi, ha mostrato come sulla rete si possano trovare facilmente trappole e manipolazioni dei fatti, delle notizie. Ne risulta da un lato un'eccessiva libertà nel poter immettere sulla rete qualsivoglia cosa, anche le peggiori, dall'altro una falsa sensazione di libertà nel poter scegliere le fonti e le informazioni che pensiamo ci servano.

Internet ed i social network, poi, come è stato mostrato dalla filosofa e docente di Filosofia presso l'Università Roma Tre, Simona Gasparetti Landolfi, hanno generato un impoverimento emozionale, oltre che intellettuale e di linguaggio, specialmente nei giovani, che stanno crescendo in un mondo dove chat e messaggi sostituiscono la gestualità, le emoticon sostituiscono le emozioni, il contatto umano è perso dietro uno schermo.

E ciò, a lungo andare, può provocare delle vere e proprie psicopatologie: come ha illustrato la psicologa Tiziana Brigada, già normalmente l'uso di Internet, dei forum e dei social network provoca una certa alterazione del comportamento. Ciò può sfociare facilmente in depressioni e dipendenze, al pari di altre pericolose patologie legate ad alcol, droga, gioco d'azzardo.

Una panoramica che potrebbe sembrare solo angosciante, ma in conclusione, tutti i relatori sono stati unanimi nell'affermare che Internet ed i social network non siano un Male assoluto, quanto in effetti un mero strumento utile per molti aspetti, purché non si considerino come le nostre uniche fonti di informazione ed espressione. Insomma, che non si perda il contatto con la realtà.

Il Gabbiano Jonathan Livingston

Liberamente tratta dalla fiaba di Richard Bach, è la rappresentazione che i giovani volontari hanno realizzato il 29 Novembre, per far comprendere anche ai bambini l'importanza dell'andare oltre il mondo illusorio del tran-tran quotidiano, della ricerca di sé e del superamento delle sfide, nonché la generosità nel cercare di aiutare gli altri a comprendere quale sia la vera Libertà.